A partire dal 1 luglio 2020, l’INAIL ha messo a disposizione un nuovo servizio online per la richiesta delle visite mediche.

Fermo restando quanto previsto per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciali in relazione al rischio di contagio, l’art. 83 d.l. 34 del 19 maggio 2020 prevede che i datori di lavoro pubblici e privati assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti al rischio, in ragione dell’età, della condizione da immunodepressione e di una pregressa infezione da Covid-19 ovvero da altre patologie che determinano particolari situazioni di fragilità del lavoratore

Per i datori di lavoro che non sono tenuti, ai sensi dell’art. 18 del d.lgs. 81/2008, alla nomina di un medico competente, fermo restando la possibilità di nominarne uno per la durata dello stato di emergenza, la sorveglianza eccezionale può essere richiesta all’Inail che provvederà con i propri medici del lavoro a realizzare una visita medica sui lavoratori inquadrabili come “fragili”.

Il datore di lavoro o un suo delegato possono inoltrare la richiesta di visita medica attraverso l’apposito servizio online “Sorveglianza sanitaria eccezionale” e, una volta inoltrata la richiesta, verrà individuato il medico della sede territoriale più vicina al domicilio del lavoratore.

La visita medica fornirà un parere esclusivamente in merito alla possibilità per il lavoratore di riprendere l’attività lavorativa in presenza, alle eventuali misure preventive aggiuntive e alle modalità organizzative atte a garantire il contenimento del contagio.

Alla conclusione della visita il datore di lavoro riceverà l’avviso di emissione della relativa fattura in esenzione da iva per il pagamento della prestazione effettuata che al momento è stabilita a € 50,85.

Fonte: INAIL

Maggiori informazioni: Servizio di Medicina del lavoro